Scultura /

nell'associazione spazi all'arte

                   

I pittori/scultori hanno costituito il nucleo fondatore dell'Associazione in quanto per primi hanno evidenziato l'esigenza di cercare e disporre, nell'ampio territorio del X° Municipio, di spazi culturali, non solo per mostre, ma soprattutto per realizzare incontri, eventi artistici in grado di far crescere culturalmente un territorio con ampie potenzialità, ma certamente non al centro delle politiche culturali del Comune di Roma.

In questa prospettiva sono stati "adottati" gli spazi presenti, in parte all'esterno (prevalentemente nei periodi estivi come il Pontile, il Porto di Roma e alcuni scorci suggestivi del centro storico), in parte all'interno di strutture pubbliche e private che si dichiaravano disponibili a forme di collaborazione (Biblioteca Elsa Morante, Centro Espositivo Exdepo, atrio di teatri o del Municipio, bar e alberghi idonei ad accogliere esposizioni).

Per organizzare al meglio le varie mostre, d'intesa con il Collegio dei Garanti (organo dell'Associazione con compiti di valutazione delle opere e degli Artisti), i Soci Pittori/Scultori sono stati classificati, sostanzialmente ma non schematicamente, in tre gruppi.

Al primo gruppo prendono parte quegli artisti che hanno conseguito un ampio curriculum artistico e possono far valere almeno 10 anni di attività con mostre personali antologiche.

Nel secondo gruppo sono accolti quei pittori/scultori che vantano almeno cinque anni di attività artistica ed hanno partecipato ad alcune mostre collettive.

Nel terzo gruppo sono presenti i pittori/scultori che hanno meno di cinque anni di attività e che possono essere considerati "ottimi dilettanti" ai quali l'Associazione vuole offrire frequenti occasioni di esprimersi in pubblico.

Le mostre antologiche, in genere, sono a tema libero in quanto si lascia all'artista la più ampia facoltà di scegliere le opere da esporre. Tale libera scelta è concessa anche nelle mostre collettive realizzate dai pittori/scultori che vantano un buon curriculum oppure quando l'Associazione si inserisce in eventi più ampi, come feste patronali, mercatini, ecc.

Nelle mostre destinate ai pittori più giovani o con minore esperienza, si predilige far esporre opere a tema stabilito in precedenza dal Collegio dei Garanti (es. Paesaggi, natura morta, fiori, ecc.).

Ai pittori/scultori che partecipano a mostre organizzate dall'Associazione non viene richiesto alcun corrispettivo se non un contributo a titolo di rimborso forfettario, e pro quota, delle spese documentate e sostenute per: il trasporto dei cavalletti, l'allestimento dei locali, l'affitto degli spazi coperti, l'occupazione del suolo pubblico, l'illuminazione degli spazi espositivi, il premio di assicurazione, il tutto concordato preventivamente con gli artisti partecipanti.

Restano a carico dei singoli artisti le spese di pubblicità individuale (locandine, brochures, biglietti da visita, ecc.)